Codice di Condotta Commerciale | Scadenza adeguamento normativo delibera ARERA 426/2020/R/com

7/1/2022

Perché parlarne proprio ora? La delibera ARERA 426/2020/R/com entrata in vigore nell’ottobre 2021 troverà una prima applicazione nei mesi estivi del 2022, dato che gli obblighi informativi prescritti devono realizzarsi entro 2 o 3 mesi dal primo anno di decorrenza delle variazioni.

La delibera in oggetto infatti dispone, in estrema sintesi, il rafforzamento degli obblighi informativi del codice di condotta commerciale a vantaggio dei clienti finali del mercato retail. Ma cosa significa esattamente? Perché nasce l’esigenza di definire tali disposizioni?


Nuovo Codice di Condotta Commerciale: obiettivi e ambito di applicazione
La delibera ARERA 426/2020/R/com nasce con tre precisi obiettivi chiaramente customer oriented:

- Rafforzare la trasparenza degli obblighi informativi nella fase precontrattuale e contrattuale;

- Migliorare la comprensibilità delle informazioni contrattuali (incluse le condizioni economiche delle offerte);

-  Aumentare la confrontabilità delle offerte proposte dai venditori.

L’ambito di applicazione è circoscritto ai clienti finali di energia elettrica alimentati in bassa tensione e di gas con consumi complessivamente non superiori a 200.000 Smc/anno.

Nuovo Codice di Condotta Commerciale: un riassunto della normativa contrattuale
Dal 1° ottobre 2021 è stato introdotto l’obbligo di comunicazione, per i contratti stipulati a partire dal 01/10/2021, delle variazioni delle condizioni economiche sia unilaterali, con un anticipo minimo di 3 mesi, che delle evoluzioni automatiche, con un anticipo di minimo 2 mesi, verso i clienti finali. Entrambe le comunicazioni devono essere inoltre corredate dalla stima della relativa Spesa Annua.
In tutti i casi di mancato rispetto delle procedure di comunicazione, è previsto un indennizzo automatico pari a € 30,00 da corrispondere per ogni singola variazione non tempestivamente recapitata.

Trilance: applicativi compliant alla delibera 426/2020/R/com 
Le disposizioni normative riguardanti la fase di contrattualizzazione contenute nella delibera ARERA 426/2020/R/com, in vigore dal 1° ottobre 2021, possono essere viste come un’opportunità per incrementare la comunicazione tra la società di vendita ed i suoi clienti finali. 
È proprio per questo quindi che le soluzioni software proposte da Trilance sono state evolute per gestire in modo efficace questo genere di comunicazioni senza pesare sulle attività in carico alle strutture operative. Gli adeguamenti rilasciati per rispondere alle disposizioni normative permettono infatti di gestire automaticamente le comunicazioni verso i clienti finali per le Variazioni Unilaterali e le Evoluzioni Automatiche delle condizioni contrattuali, consentendo anche la gestione automatica degli indennizzi per il mancato adempimento di invio delle stesse, nei termini previsti dal Codice di Condotta Commerciale. 
Questa normativa nell’ambito della mappa applicativa Trilance va ad impattare essenzialmente sui processi di CRM e di fatturazione. 

Variazioni Unilaterali
Le Variazioni Unilaterali impattano principalmente sul CRM dove l’azienda di vendita stessa ha la possibilità di eseguire le modifiche delle condizioni contrattuali. È proprio questo infatti l’evento che genera l’obbligo informativo prescritto dalla delibera e che richiede l’invio di una notifica al cliente finale con relativa documentazione, 3 mesi prima rispetto alla decorrenza della variazione.
La delibera impatta anche sul sistema di fatturazione per quanto riguarda gli indennizzi previsti in caso di mancato o errato adempimento informativo. Il motore di fatturazione, infatti, ha il compito di calcolare correttamente il valore dell’indennizzo da riconoscere al cliente garantendo un’integrazione naturale con gli eventi realizzati sul sistema di CRM.

Evoluzioni Automatiche
Anche le Evoluzioni Automatiche vanno ad impattare sia sul CRM che sul sistema di fatturazione. È proprio il sistema di fatturazione che è automaticamente collegato al CRM che poi genera la notifica relativa alla variazione dei prezzi di listino, in modo da inviare la comunicazione prevista dalla normativa. La nuova funzionalità consente quindi di individuare i contratti, stipulati a partire dal 1° ottobre 2021, per i quali è prevista una variazione automatica delle condizioni economiche, gestendo inoltre l’invio automatico della notifica al cliente finale con relativa documentazione 2 mesi prima rispetto alla decorrenza della variazione. 

Vorresti saperne di più? Vorresti scoprire quali sono i processi gestiti dai nostri software? Contattaci.

Iscriviti alla newsletter
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info